NEWS

Image
08/03/2022 - 17:57

IL CURRICULUM VITAE

Come renderlo efficace

Introduzione

Il “Curriculum Vitae”, termine latino che si può identificare come “corso della vita in breve” è il documento che, in sede di candidatura ad un’offerta di lavoro, serve a presentare le seguenti informazioni:

  • il proprio percorso formativo;
  • le proprie esperienze lavorative;
  • le proprie competenze (hard e soft skills);
  • gli obiettivi e i risultati raggiunti.

Grazie a tutti questi elementi, un potenziale datore di lavoro o il Team HR, possono iniziare a farsi un’idea sul profilo professionale del candidato e capire se, questo, possa essere allineato al Job Profile.

Per questo motivo, un Curriculum Vitae incompleto o redatto nel modo sbagliato diminuisce le possibilità che si venga contattati per un colloquio di lavoro.

Come redigere un Curriculum Vitae vincente

Le nostre indicazioni per scrivere un buon Curriculum Vitae, si focalizzano su tre punti fondamentali:

  • deve essere scritto in maniera chiara e lineare;
  • deve essere di facile comprensione;
  • bisogna stare attenti ad evitare gli errori più comuni (errori di ortografia, grammatica e sintassi, foto poco professionale, troppe informazioni personali, che distraggono il lettore e non forniscono dettagli utili, CV non aggiornato o aggiornato approssimativamente).

Fondamentale è concentrarsi solo sulle informazioni importanti: il documento non deve essere troppo lungo (massimo due/tre pagine).

Inoltre, è indispensabile che il testo sia corretto dal punto di vista grammaticale e sintattico: la presenza di refusi è spesso sintomo di poca attenzione e cura.

In un Curriculum Vitae efficace non possono mancare:

  • una foto di buona qualità, che sia recente e professionale;
  • dati personali completi e aggiornati;
  • informazioni sulla formazione e sulle esperienze lavorative in Italia e all’estero;
  • informazioni dettagliate sulla conoscenza delle lingue e degli strumenti informatici;
  • una descrizione delle proprie competente tecniche (hard skills) e competenze trasversali (soft skills);
  • hobby, passioni e interessi;
  • il riferimento al trattamento dei dati personali (D. Lgs. 196/2003);
  • la data (aggiornata) e la propria firma.

Le regole per la stesura del proprio Curriculum Vitae sono semplici:

  • organizzare le varie sezioni in modo da renderne la lettura lineare e scorrevole;
  • usare un font adatto, senza mai esagerare;
  • usare una formattazione chiara e adatta allo scopo del CV, ossia essere leggibile ed invitare chi legge a volerne sapere di più;
  • personalizzare il CV in base all’annuncio di lavoro, in modo da fornire le informazioni più pertinenti alla posizione lavorativa ricercata;
  • inserire eventuali referenze (facoltativo);
  • allegare una lettera di presentazione (facoltativo, ma consigliato).

Il Curriculum Vitae e la lettera di presentazione

Oltre al Curriculum Vitae, quando si invia la propria candidatura ad un’offerta di lavoro è consigliabile allegare anche una lettera di presentazione.

Essa consente, in poche righe, di raccontare se stessi, cosa si cerca e quali sono le proprie motivazioni e le proprie aspirazioni professionali.

Al recruiter bisognerà comunicare, in modo chiaro e accattivante, il proprio interesse alla posizione a cui ci si sta candidando, persuaderlo rispetto al fatto di essere il giusto candidato e convincerlo del valore aggiunto che si può rappresentare per l'azienda.

La lettera di presentazione deve essere personalizzata. Infatti è necessario modellarla in base all’azienda e alla posizione per la quale ci si candida.

Ecco alcuni suggerimenti:

  • informarsi in modo accurato sull'azienda e sulla posizione per cui ci si candida;
  • esprimere le motivazioni per cui ci si sta candidando;
  • essere sintetici e concisi e non commettere errori grammaticali e/o di ortografia.
  • non essere troppo formali ed utilizzare un linguaggio chiaro e semplice;
  • descrivere le proprie qualità senza esagerare: essere onesti e trasparenti;
  • evidenziare le proprie unicità;
  • evitare di ripetere le proprie esperienze lavorative nel dettaglio, in quanto sono già scritte nel CV: la lettera di presentazione deve servire per catturare l'attenzione del recruiter e motivarlo a leggere il proprio CV.

Infine, è fondamentale non dimenticare i saluti alla fine della lettera e di ringraziare per l'attenzione.

Se inviata tramite posta elettronica, è consigliabile scrivere, la lettera di presentazione, nel corpo della mail.

Image

Salerno
Firenze
Milano

Iscriviti alla nostra newsletter!

© 2022 Skills Lavoro - Privacy Policy - Cookie Policy